I tuoi esperti del Noleggio a Lungo Termine

Il Noleggio a Lungo Termine (NLT) conferma il trend positivo registrato dal 2016 ai primi mesi del 2017

 

 

Il Noleggio a Lungo Termine cresce, secondo l’indagine Dataforce a 155.337 vetture immatricolate con 25.212 vetture immatricolate in più.

 

Giunti al primo giro di boa, il Noleggio a Lungo Termine può contare 155.337 vetture immatricolate con un aumento del 19,38% rispetto al 2016.

 

Addirittura è da segnalare lo sprint di Giugno con 24.901 vetture registrando un incremento del 27,98% rispetto a Giugno 2016.

 

Va molto bene anche il noleggio a breve che vede un incremento del 13,97% su base annua, con il picco di giugno di +60% dovuta anche all’inizio della stagione turistica.

 

In generale è tutto il comparto dell’auto che gode di ottima salute. In 6 mesi sono state immatricolate 1.136.582 vetture, con un aumento dell’8,9% rispetto al 2016.

 

Il mercato dell’auto cambia pelle

L’analisi pubblicata da Dataforce conferma quanto abbiamo riscontrato negli ultimi mesi e cioè che il mercato dell’auto sta cambiando pelle.

 

Se il Noleggio a Lungo a Termine cresce del 19,38% e il noleggio a breve cresce del 14%, le flotte aziendali di proprietà o in leasing calano con un – 8 % nel cumulato annuo.

 

Calano inoltre le immatricolazioni ai privati con un -1,5% nel primo semestre. Bene invece il mercato delle Km zero. Le concessionarie hanno targato 110.000 vetture registrando un +50%, mentre le Case auto 56.000 con un +112%.

 

Le società di Noleggio a Lungo Termine e quelle a breve rappresentano assieme il 25% del totale dei mezzi immatricolati in Italia.

 

 

Noleggio a Lungo Termine

Le immatricolazioni nel Noleggio a Lungo Termine sono suddivise al 58,36% fra le aziende Top e al 39,10% fra le aziende Captive.

 

Le Top sono rappresentate da: ALD, Arval, Athlon, Car Server, Leaseplan, Locauto, Sifa’.

Le società Captive sono quelle di diretta emanazione della casa automobilistica: Alphabet (Bmw), Leasys (Fiat), Mercedes-Benz, PSA, Renault/Nissan, Volkswagen.

Diversa è la situazione del noleggio a breve termine. Le aziende Top rappresentano il 68,15% dell’intero parco macchine italiano destinato al noleggio a breve termine, indicando quindi un monopolio dei big nel mercato di riferimento. A questa famiglia appartengono Avis, Europcar, Hertz, Maggiore e Sixt.

 

Non solo aziende Top

La capacità di investimento e di generare economie di scala sono caratteristiche che nel noleggio innescano circoli virtuosi aumentando costantemente le dimensioni delle aziende.

 

Le immatricolazioni registrate dalle società Top del noleggio a breve termine, forti di 85.989 unità, si avvicinano a quelle delle Top nel noleggio a lungo termine con 90.655 unità

 

Anche se le dimensioni raggiunte dalle aziende Top potrebbero far pensare a un settore ormai ingessato, i numeri ci mostrano come siano quelle più piccole a registrare i maggiori incrementi.

 

Il segmento dealer registra un + 66,69% e le altre aziende del settore un +38,45%.

 

In definitiva i numeri ci confermano quanto già anticipato nei precedenti articoli e cioè che il noleggio è sempre più la risposta alla crescita della domanda di servizi legati alla mobilità.

 

A presto,

 

I Tuoi Esperti

Autore
Simone Bolassa

Simone BolassaSono Bolassa Simone da diversi anni mi occupo di noleggio. Mi sono appasisonato sin da subito al settore perchè credo che accedere all'utilizzo dei beni sia più intelligente che possederli.
Avendo svolto mansioni diverse ho avuto la possibilità di conoscere il settore sotto diversi puntoi di vista acquisendo una visioe a 360°.
Ho creato il blog rentorshare.net dove mi occupo di Noleggio e Sharing Economy, collaboro, inoltre, con la redazione dell'ASSODIMI (Associazione distributori e noleggiatori di macchine attrezzature e beni strumentali per l'edilizia).